Adinolfi (Lega Gruppo ID): “Regolamento veicoli pesanti, tuteliamo gli autotrasportatori e le imprese”

"È essenziale garantire che la transizione verso una mobilità più sostenibile sia effettuata in modo equilibrato"

“Oggi in Commissione Trasporti la Lega Gruppo ID si è schierata contro la proposta di revisione del regolamento 2019/1242 sulle emissioni dei veicoli pesanti, presentata lo scorso febbraio. Ci opponiamo a queste modifiche, in difesa delle posizioni degli autotrasportatori e delle imprese di trasporto, che vedrebbero penalizzato il loro settore a causa delle nuove disposizioni.

Lo afferma il parlamentare europeo della Lega Gruppo ID Matteo Adinolfi

La proposta di Bruxelles, che mira a ridurre le emissioni di CO2 dei veicoli pesanti del 45% dal 1° gennaio 2030, del 65% dal 1° gennaio 2035 e del 90% dal 1° gennaio 2040, rappresenta un obiettivo troppo ambizioso e potenzialmente dannoso per il tessuto produttivo italiano. Questa revisione costringerebbe le imprese a rinnovare il pacco vetture, con costi significativamente più elevati.

Siamo a favore della tutela dell’ambiente e della riduzione delle emissioni, ma la decarbonizzazione deve essere economicamente sostenibile e socialmente equa. In Italia, gli utenti finali dei veicoli pesanti sono principalmente aziende e piccole-medie imprese, e i prezzi dei nuovi veicoli potrebbero essere significativamente più alti rispetto al passato.

Il regolamento rischia di avere conseguenze negative sul lato occupazionale e produttivo.

È essenziale garantire che la transizione verso una mobilità più sostenibile sia effettuata in modo equilibrato, tenendo conto delle esigenze delle imprese e degli autotrasportatori.

Come Lega Gruppo ID lavoriamo affinché la posizione e le realtà italiane siano tenute in debita considerazione durante il negoziato: continueremo a difendere gli interessi degli autotrasportatori e delle imprese del settore.

Infine, personalmente da tempo mi batto affinché l’Unione Europea allarghi il panorama del trasporto ecosostenibile anche ai biocarburanti: rappresentano una soluzione ideale per superare i problemi di inquinamento causati dai carburanti tradizionali. La loro implementazione sarebbe meno impattante da un punto di vista economico per aziende e privati cittadini che dovranno convertire le loro vetture.”

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Risposte evasive e fuori tema: la minoranza risponde al sindaco di Terracina

"L’Avanzo Libero non può essere impiegato per mettere le toppe a gravi errori e dimenticanze in sede di redazione del Bilancio di previsione"

Dissuasori in zona pub, PD: “Il tempo delle promesse è finito”

"La promessa dell’assessore Di Cocco rispetto ai dissuasori in zona pub, garantita entro luglio, è stata, come previsto, disattesa"

Nuovo piano sociale regionale, approvato lo schema

Ok dalla Giunta per il disegno per il 2025-2027. Al via il percorso di acquisizione del parere dei soggetti coinvolti nell’iter approvativo

Terracina – Opere pubbliche e riqualificazioni scuole, le risposte di sindaco e assessori

Giannetti: "Mi piacerebbero meno speculazioni di carattere politico, e un discorso finalizzato al bene della città"

Piazzale Edison, Lbc e M5S: «Bene la presa in carico del problema in urgenza»

"Ora si proceda con la pianificazione e la riattivazione dell’Ufficio di Piano", il commento degli esponenti

Tiero (FdI): “Sanità, forte sinergia con Rocca per il potenziamento dei presidi dell’Asl Latina”

"Relativamente ai servizi, ritengo auspicabile anche il potenziamento del rapporto tra l’Asl di Latina e l’Università La Sapienza"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -