FOCUS – AstraZeneca ritira il vaccino contro il Covid-19 in tutto il mondo

Nei giorni scorsi l’Ema, Agenzia europea per i medicinali, ha diramato un divieto di utilizzo del vaccino dell'azienda

AstraZeneca ritira il suo vaccino contro il
Covid-19 in tutto il mondo. L’azienda farmaceutica, dopo la causa intentata da familiari di cittadini britannici morti per coaguli del sangue presumibilmente collegati al vaccino anti Covid – ha ammesso la sussistenza di effetti collaterali: Può causare un rarissimo effetto collaterale, con complicazioni potenzialmente fatali“, le parole degli avvocati in aula nel corso del processo. Lo scorso marzo, AstraZeneca aveva già deciso lo stop alla commercializzazione del vaccino nell’Ue. Nei giorni scorsi l’Ema, Agenzia europea per i medicinali, ha diramato un divieto di utilizzo del vaccino.

La versione di AstraZeneca

Questa la motivazione del ritiro: “I nostri sforzi sono stati riconosciuti dai governi di tutto il mondo e sono ampiamente considerati come una componente fondamentale per porre fine alla pandemia globale. Poiché sono stati sviluppati numerosi vaccini aggiornati per le varianti Covid-19, ora c’è un surplus di sieri disponibili. Ciò ha causato una diminuzione della domanda di Vaxzervria, che non viene più prodotto né fornito”. – Fonte Agenzia DIRE www.dire.it

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Digiuno intermittente, quali sono gli effetti positivi e le controindicazioni

Esistono diversi protocolli di digiuno intermittente che negli ultimi tempi stanno spopolando. Ecco rischi e benefici

I “superbatteri” stanno battendo la medicina: non riusciamo più a curare infezioni banali

La farmacoresistenza uccide più dell’HIV, della malaria e della tubercolosi messe insieme. Lo studio su Lancet

Fuoco di Sant’Antonio, il vaccino è l’arma migliore per prevenirlo: la campagna

Invecchiare, sì, ma nel modo giusto e prestando attenzione alla propria salute attraverso sane pratiche di prevenzione

Flavia operata d’urgenza a 16 anni, la lettera di papà Luca ai medici che l’hanno salvata

Luca ha scelto di ricambiare in prima persona, andando a donare il plasma dopo la fine della degenza della figlia durata dieci giorni

Melanoma uveale, raro e letale: ecco le nuove linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità

Un tumore raro che ha una elevata tendenza a dare metastasi, in particolare al fegato, con conseguente alta mortalità

Trapianti, il San Camillo si conferma eccellenza: il Centro regionale ottiene la certificazione ASHI

Il prestigioso riconoscimento è stato riconfermato quest'anno al Laboratorio di Tipizzazione tissutale ed immunologia dei trapianti
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -