Via Appia patrimonio dell’Unesco: anche Cisterna a lavoro per la candidatura

Gli amministratori al tavolo di lavoro organizzato dal Ministero della Cultura e dalla Fondazione Santagata

C’è anche Cisterna al tavolo di lavoro organizzato dal Ministero della Cultura e dalla Fondazione Santagata per la candidatura della via Appia, Regina Viarum, nella lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO. Dopo i primi tre incontri da remoto, a causa del Covid, lunedì scorso ad Ariccia, all’interno del monumentale Palazzo Chigi, si è tenuta una riunione operativa finalizzata all’elaborazione del piano di gestione del sito, atto necessario alla presentazione della candidatura. Erano presenti, per il Comune di Cisterna l’assessore alla Cultura Maria Innamorato e il responsabile del settore Danilo Di Camillo, oltre a vari tecnici e dirigenti del ministero della Cultura e della Soprintendenza, studiosi, archeologi, amministratori e funzionari locali, associazioni culturali, ambientali e turistiche.

22 sono i tratti individuati nel percorso integrale che va da Roma a Brindisi comprendente la via Appia Claudia e la variante traiana, maggiormente rappresentativi dell’eccezionale valore universale proposto e rispondenti ai requisiti richiesti dall’Unesco. La via Appia, infatti, oltre ad essere la prima autostrada dell’antichità, ha messo in comunicazione traffici, culture, religioni. «Questo progetto è importantissimo per la valorizzazione del nostro territorio – ha detto l’assessore Innamorato -. Un’opportunità a cui abbiamo aderito da subito e per la quale abbiamo già presentato la necessaria documentazione e le nostre proposte per inserire Cisterna in un circuito nazionale e internazionale, prevedendo la valorizzazione dell’importante sito archeologico di Tres Tabernae (citato negli Atti degli Apostoli quale tappa di San Paolo), di Palazzo Caetani quale sede del museo archeologico, e della riscoperta dell’antico tracciato della via Appia». 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Osserfare, dati Movimprese nel II trimestre 2024: numeri positivi per la provincia di Latina

Il bilancio nei territori di Frosinone e Latina è positivo per 770 imprese. Maggiore l'avanzo trimestrale con una crescita del 21% a Latina

Legge Condoni Edilizi, Ciacciarelli: “Superata disparità di trattamento per i cittadini”

"Proposta frutto del lavoro tra l’assessorato all’Urbanistica e la Commissione, grazie al quale siamo riusciti a completare l’iter"

Polizia Locale, l’Accademia regionale è realtà

"Il nostro auspicio è che il maggio numero di Enti Locali possa aderire per avere personale sempre più preparato"

Cisterna – Iniziati i lavori per il risanamento dell’abside della chiesa nel cimitero

L’intervento consentirà di eliminare le infiltrazioni di acqua piovana all’interno della chiesa cimiteriale e di risanare l’abside

Sermoneta – Comune-Anc, una collaborazione solida al servizio della comunità

L'Amministrazione Comunale di Sermoneta prosegue il proficuo rapporto di collaborazione con l'Associazione Nazionale Carabinieri

Lazio Aggrega: il Tar accoglie il ricorso del Comune di Sabaudia

La Sentenza giunge dopo che la vicenda aveva provocato malcontento, soprattutto tra i giovani partecipanti al Bando
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -