Allarme sicurezza a Sezze, i Giovani Democratici chiedono maggiori interventi

"Le forze dell’ordine sono sicuramente cruciali per mantenere l’ordine pubblico, tuttavia, c’è molto di più che possiamo fare"

Quanto accaduto la notte del 27 aprile ha provocato caos e paura tra tutti i nostri concittadini che si trovavano a Sezze, una lite degenerata in una rissa armata, vittima di queste violenze una ragazza (alla quale esprimiamo la nostra vicinanza) ferita per errore da un’arma da fuoco. Un episodio che riafferma quanto a Sezze ci sia un problema legato alla sicurezza; Fronteggiato attraverso il ruolo delle forze dell’ordine, che come abbiamo potuto constatare successivamente all’accaduto, hanno agito con assidui posti di blocco nelle zone del centro, una soluzione che può solo temporaneamente arginare la situazione. Le forze dell’ordine sono sicuramente cruciali per mantenere l’ordine pubblico, tuttavia, c’è molto di più che possiamo fare come comunità per promuovere un ambiente sicuro senza dover necessariamente dipendere dalle autorità.

Iniziamo parlando di prevenzione è importante portare all’attenzione che questo episodio (non isolato) sia la conseguenza della ghettizzazione che in questi anni è avvenuta a Sezze, si è articolato il problema sulla nazionalità dei protagonisti della rissa, esulando quanto il paese non dia opportunità di integrazione, accentuando in tal modo anche lo sviluppo della tossico dipendenza e del crimine, occorre sostituire le abitudini negative della comunità con valide alternative, costruendo legami all’interno della comunità stessa, l’integrazione sociale passa attraverso le scuole e le attività comunitarie di quartiere. Un’ora settimanale di educazione civica nelle scuole non basta più per correggere ed educare, c’è necessità di sensibilizzare le coscienze delle persone, di attuare un cambiamento nella percezione di sicurezza, di prevenire il disagio sociale, il crimine e tutto ciò che ne consegue.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Poca coerenza sull’urbanistica”, Cepollaro (PD) critica Celentano

"Sperimentare il ritorno del verde per costruire viali alberati in galleria, sarebbe un modo sostenibile per proteggere i pedoni"

Elezioni – Stefanelli incontra gli elettori a Roma con Renzi e Tidei

In queste settimane, Gerardo Stefanelli, candidato nella circoscrizione Centro, ha girato nella provincia pontina

Potenziata la cardiologia dell’ospedale “Goretti”: aperta la seconda sala angiografica

Soddisfatto il consigliere regionale Enrico Tiero: "Complimento al commissario Asl Cenciarelli e al dottore Versaci"

Sermoneta – Di Lenola entusiasta dei suoi candidati: “Siamo una squadra vincente”

Applausi scroscianti di una folla entusiasta per l’evento di presentazione del Movimento “Sermoneta Cambia”

Il Consiglio Regionale approva la mozione per il porto di Gaeta, soddisfatto Tiero

Fondi per oltre 2 milioni di euro a favore dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno centro-settentrionale

“Giovani e politica: Fuga di Cervelli?”: domani l’evento di Fare Latina alla Stoà

Un appuntamento voluto fortemente dal movimento, che da sempre ha puntato sulle figure giovanili e sulle idee portate delle nuove generazioni
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -