Tiero (FdI): “Ato 4, ingiusto l’aumento delle tariffe idriche”

"Più in generale è lecito chiedersi quale sia lo stato della rete, nonostante i cospicui fondi pubblici investiti negli ultimi 23 anni"

“Relativamente all’Ato 4 trovo ingiusta la decisione di aumentare la tariffa idrica del 14% per i prossimi tre anni. Non è concepibile che, nonostante i fondi stanziati dal Pnrr, a pagare le nuove opere debbano essere gli utenti. Acqualatina tutti gli anni chiude il proprio bilancio con utili per diversi milioni di euro”.

Lo dichiara in una nota Enrico Tiero, presidente della commissione Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione.

“A tal proposito sarebbe opportuno che venissero ‘investiti’ nell’adeguare al meglio la rete idrica. Comprendo le lamentele delle associazioni dei consumatori e di diversi sindaci dell’Ato 4. Io stesso ho sollecitato nel corso del tempo a realizzare opere che migliorassero la qualità del servizio. Non è possibile che in questa provincia la dispersione idrica si attesti oltre il 70%. Più in generale è lecito chiedersi quale sia lo stato della rete, nonostante i cospicui fondi pubblici investiti negli ultimi 23 anni. Invece che pensare a nuovi aumenti delle tariffe, occorrerebbe offrire soluzioni per gli utenti e dare risposte serie ai cittadini. Condivido l’iniziativa portata avanti dai delegati di Codici, Codacons, Confconsumatori, Assocons Italia, Assoconfam Latina e dell’Aeci, che hanno posto il problema degli aumenti in una lettera aperta al presidente dell’Ato 4 Gerardo Stefanelli, ai sindaci e, per conoscenza al Garante idrico Regionale, l’avvocato Manuela Veronelli. Sarebbe opportuno conoscere già i costi che sono stati riconosciuti nella Conferenza dei Sindaci del 1° febbraio 2021 con un aumento delle tariffe di oltre il 3 %. In quell’occasione fu riconosciuto al Gestore, come maggiori costi, la bella somma di oltre 11 milioni di euro di morosità, nonostante le perplessità dell’Otuc. Come presidente della commissione Sviluppo economico, che ha tra le deleghe la tutela dei consumatori intendo schierarmi con le associazioni e con tutti quei sindaci che chiedono risposte chiare e precise su come vengono spese le risorse, soprattutto pubbliche, per la gestione del servizio idrico”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Rocca Massima: Sonia Priori entra in Fratelli d’Italia

Il sindaco del comune pontino Lucarelli le assegna le deleghe per scuola, sanità e politiche del personale

“Condizioni colonie estive peggiorano”, Lbc chiede che il caso venga discusso in Commissione

Il caso riguarda il servizio delle colonie estive dedicato a minori con disabilità, anche quest’anno garantito per sole tre settimane

“Attacco strumentale contro Di Cocco”, la maggioranza fa quadrato

"Ancora una volta gli esponenti dell’opposizione sembrano aver dimenticato la loro gestione amministrativa"

Legge sull’autonomia differenziata, Lbc aderisce al comitato promotore per il referendum

"Servono 500mila firme in tutta Italia entro il 30 settembre, ma l’obiettivo del comitato è più ambizioso"

Valletta (Lega): “Sulla sicurezza serve un colpo di reni con videosorveglianza in centro”

Il consigliere comunale e capogruppo della Lega, Vincenzo Valletta, interviene a seguito del furto avvenuto nei giorni scorsi in Piazza

Intelligenza Artificiale, l’intervento di Catani (Udc) sulla mozione

"La mozione in maniera lungimirante pone l’accento sulla necessità di istituire un apposito registro degli algoritmi e delle tecnologie"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -