Siti industriali dismessi: CGIL, CISL e UIL Latina chiedono incontro al Prefetto

Una ricognizione approfondita per verificare il numero dei siti industriali dismessi del territorio, e ragionare insieme per riqualificarli

Una ricognizione approfondita per verificare il numero dei siti industriali dismessi del territorio, e ragionare insieme per riqualificarli. E’ la richiesta che Cgil, Cisl e Uil di Latina hanno avanzato al Prefetto Maurizio Falco e al Consorzio Industriale del Lazio.

I recenti casi di cronaca nera – ricordano i segretari Giuseppe Massafra, Roberto Cecere e Luigi Garullo – hanno riportato all’attenzione luoghi da decenni dimenticati, siti un tempo fiore all’occhiello dell’economia pontina ridotti adesso a rifugi di fortuna dove degrado e attività illecite imperano”.

“Non è nostra intenzione sostituirci alle forze dell’ordine per fare luce su quanto accade in queste strutture abbandonate e sui rischi connessi per la popolazione – proseguono i sindacalisti – Ciò che vogliamo invece evidenziare è che non esiste soltanto la ex Pozzi Ginori, la Svar o la Slm, perché la provincia di Latina è piena di siti e aree industriali dismesse, spesso vere e proprie bombe ecologiche, da Aprilia fino al Garigliano. E tutte queste aree potrebbero essere funzionali, se recuperate, alla riqualificazione industriale del nostro territorio anche in chiave green. Pensiamo soltanto all’enorme potenziale che potrebbero sprigionare se utilizzate per installare impianti per la produzione del cosiddetto idrogeno verde oppure impianti fotovoltaici o solari, anziché sottrarre i terreni fertili dell’agro Pontino che sempre più spesso vengono utilizzati per gli impianti fotovoltaici. Oppure se riqualificate per ospitare ecodistretti per i piccoli artigiani. O ancora per esposizione e vendita dei prodotti locali”.

Il nostro obiettivo – concludono Massafra, Cecere e Garullo – è ragionare con le istituzioni per costruire insieme un percorso di ampio respiro che guardi al futuro, che realizzi un progetto d’insieme in grado di coniugare riqualificazione, rilancio e sicurezza delle aree industriali dismesse, rispetto alle quali il Consorzio Industriale ha tutti gli strumenti normativi per assegnare i siti dismessi, anche a costo zero per i nuovi investimenti”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Comune amico delle tartarughe”, il riconoscimento all’Amministrazione di Formia

In occasione della cerimonia di consegna avvenuta a Gaeta è arrivata anche l'imbarcazione "Goletta Verde" che monitora lo stato dei mari

Sostenibilità & ESG Management, presentato il corso di alta formazione: record di candidati

Centodue candidati per cinquanta posti disponibili. La Camera di Commercio annuncia di voler già dare il via ad una seconda edizione

L’aumento delle temperature migliora la frutta di stagione e abbassa i prezzi

Quali sono i prodotti, rigorosamente stagionali, con il miglior rapporto qualità-prezzo da acquistare in settimana?

Bando caldaie, al via le domande per i contributi regionali per la sostituzione dei vecchi impianti

Un intervento che intende integrare il contributo concesso per la sostituzione degli impianti di riscaldamento domestico da parte dello Stato

Aggiornamento del piano generale degli impianti pubblicitari, avviato l’iter

L'assessore Cosentino: "Eseguita una ricognizione dell’impiantistica esistente per avere un quadro chiaro della situazione"

Festa in grande al podere per i 100 anni di Corina Morellato, gli auguri del Sindaco

Ieri la visita del primo cittadino e del consigliere comunale Vincenzo Valletta che hanno reso omaggio partecipando alla festa
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -