Novecento, un secolo da scoprire: altri due spettacoli nel weekend

Si avvia verso la fine “Novecento. Un secolo da scoprire”, l’iniziativa che da settimane sta animando l’Arena del Museo Cambellotti

Anche questa settimana doppio appuntamento nell’Arena del Museo Cambellotti con “Novecento. Un secolo da scoprire”. Sabato 22 giugno, Ars Ludi e l’ensemble vocale Faraualla, con prologo di Guido Barbieri, presentano “Impurissima Foemina”.

Domenica 23 giugno, l’Orchestra Chiave di Volta, diretta da Alessandro Baccaro, propone un programma che spazia dal Barocco al Novecento.   

Si avvia verso la fine “Novecento. Un secolo da scoprire”, l’iniziativa che da settimane sta animando, nei week end, l’Arena del Museo Cambellotti.

Sabato 22 giugno (ore 21) in programma Impurissima foemina “Storia di Caterina Medici abbruciata viva in Milano come strega famosa”, affresco sonoro per sette musicisti performer. Impurissima foemina è uno spettacolo in cui, attraverso la musica e semplici azioni sceniche, in un delicato equilibrio tra il linguaggio della tradizione popolare e quello contemporaneo, i percussionisti di Ars Ludi e il quartetto vocale Faraualla fondono le originali sonorità del loro repertorio per narrare una storia di grande forza emotiva e di straordinaria attualità. L’opera è stata scritta dai due ensemble con musiche liberamente elaborate di Giorgio Battistelli, Guillaume de Machaut, Tomas Luis de Victoria, Faraualla, Francesco Filidei, Lou Harrison, Lorenzo Pagliei, Henry Purcell.  Le suggestioni letterarie arrivano da La Strega e il Capitano di Sciascia, da I Promessi Sposi, dall’opera di Ermanno Paccagnini e Giuseppe Farinelli Processo per stregoneria a Caterina Medici e da Malleus Maleficarum di Heinrich Kramer e Jacob Sprengher. Il prologo è affidato al musicologo e divulgatore Guido Barbieri, voce storica di RAI Radio3.

Domenica 23 giugno (ore 21), l’Orchestra d’archi Chiave di Volta, diretta da Alessandro Baccaro, presenterà un programma costruito intorno al Concerto per violoncello in La maggiore Wq 172 di Carl Philipp Emanuel Bach, brano molto intenso, eseguito con la solista Lara Biancalana, giovane violoncellista che si sta avviando verso una carriera internazionale. Il concerto sarà aperto da uno dei pezzi forse più conosciuti del repertorio mozartiano, il Divertimento K136 in re maggiore, brano d’intrattenimento scritto da Mozart appena sedicenne.  Chiuderà il programma la Serenata op.11 per orchestra d’archi dello svedese Dag Wirén, compositore nato nel 1905, che dall’iniziale ispirazione neoclassica dopo il 1945 si è avvicinato al linguaggio contemporaneo ma di piacevole all’ascolto.  Wirén ha definito la sua Serenata , composta nel 1937, “un’opera vivace concepita per divertire e intrattenere”.

La rassegna si chiuderà sabato 29 giugno con i giovani musicisti pontini Giulia e Davide Cellacchi. 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Libri sulla cresta dell’onda, a Scauri l’incontro con la scrittrice Chiara Valerio

Il secondo appuntamento della rassegna con la scrittrice finalista della 78° edizione del Premio Strega con il libro "Chi dice e chi tace"

Metronome Updated: musica, arte e cultura al Sirenella Beach di Terracina

Un evento ad ingresso gratuito, all’insegna della creatività e dell’innovazione come non se ne vedevano da tempo sulla nostra costa

A Latina arriva Giovanni Truppi, lo spettacolo nella piazzetta del Nicolosi

L’appuntamento per il concerto, ad ingresso gratuito, è alle 21.00 presso la bellissima Piazzetta di Via Filippo Corridoni

Festa del Libro e della Cultura, l’appuntamento a Norma

Tocca ora al libro, alla cultura legata alla scrittura, alla poesia, alla musica come elemento che chiude il cerchio

Jazzflirt fesival, sabato un nuovo appuntamento con una all stars tutta femminile

Nuova serata dopo il sold out fatto registrare nella prima serata della manifestazione “Formi@live – Le notti di Caposele”

Cisterna – Grande successo per “Luci nella città” visual art & live performance

La manifestazione si è conclusa con la citazione su Palazzo Caetani di "e quindi uscimmo a riveder le stelle"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -