Maltempo, Onu: “In Italia 500 eventi estremi nel 2023, un aumento del 64%”. L’allarme

Grandinate, bombe d’acqua, bufere e tempeste di vento alternate a siccità hanno devastato le campagne e le città da nord a sud della Penisola

Con ben 500 eventi estremi fa registrare in Italia fino ad ora nel 2023 si è verificato rispetto allo scorso anno un aumento del 64% di grandinate, bombe d’acqua, bufere di vento e tempeste di vento alternate a siccità che hanno devastato le campagne e le città da nord a sud della Penisola. E’ quanto emerge dall’analisi di Coldiretti su dati Eswd in riferimento al rapporto pubblicato dalla World Meteorological Organization (Wmo) che ha evidenziato venti meteorologici, climatici e idrici estremi hanno causato 11.778 disastri negli ultimi 50 anni, con due milioni di morti e danni economici per miliardi di dollari in tutto il mondo.

“Una tendenza evidente con la drammatica alluvione che ha colpito quest’anno la Romagna dopo che l’effetto dei cambiamenti climatici con l’alternarsi di siccità e alluvioni aveva fatto già perdere a livello nazionale nel 2022 – sottolinea la Coldiretti –ben 6 miliardi di euro, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti”.

“Precipitazioni sempre più intense e frequenti, con vere e proprie bombe d’acqua, si abbattono – continua la Coldiretti – su un territorio reso più fragile dalla cementificazione e dall’abbandono con ben il 93,9% dei comuni italiani, che sono a rischio idrogeologico secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ispra. A questa situazione non è certamente estraneo il fatto che negli ultimi 25 anni è sparto oltre ¼ della terra coltivata (-28%) con la superficie agricola utilizzabile in Italia che si è ridotta ad appena 12,8 milioni di ettari. Per questo, l’Italia deve difendere il proprio patrimonio agricolo e la propria disponibilità di terra fertile con un adeguato riconoscimento sociale, culturale ed economico del ruolo dell’attività nelle campagne. Per affrontare i danni dei cambiamenti climatici – precisa Coldiretti – servono interventi strutturali e strumenti di gestione del rischio sempre più avanzati, efficaci e con meno burocrazia”.

“In tale ottica un intervento strategico è la realizzazione di infrastrutture a partire dai bacini di accumulo, a impatto zero proposti dalla Coldiretti” – ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel chiedere però “di accelerare sull’approvazione della legge sul consumo di suolo, ancora ferma in Parlamento da quasi un decennio, che potrebbe dotare l’Italia di uno strumento all’avanguardia per la protezione del suo territorio”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Al volante con la patente ritirata, denunciato un 43enne

Cisterna - Nei confronti dell'uomo la patente era stata revocata nel 2022 con provvedimento della Prefettura di Latina

Sorpreso fuori casa nonostante la sorveglianza speciale: denunciato un 26enne

Priverno - L'uomo, durante un controllo effettuato in orario notturno dai Carabinieri, non risultava essere nella propria casa

Aggredisce la compagna e le impedisce di chiamare i soccorsi: divieto di avvicinamento per un 47enne

Prossedi - L'uomo ha colpito con un pugno sul viso la compagna, cercando di strapparle dalle mani il telefono cellulare

Incendio a Palazzo di vetro, tre persone intossicate

Latina - Il rogo è divampato all'alba di questa mattina, a prendere fuoco sarebbe stato un materasso. Intervento dei Vigili del Fuoco

Incidente all’incrocio, tre persone ferite

Aprilia - Tra i feriti, una donna avrebbe riportato le conseguenze peggiori. Necessario l'intervento dell'eliambulanza

Trovato a rubare cibo in un supermercato, denunciato un 50enne

Aprilia - I Carabinieri intervenivano in un supermercato dopo aver ricevuto una chiamata alla centrale operativa per un furto
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -