Malattie cardiovascolari e scompenso cardiaco, domani l’evento all’ospedale Goretti

Un tema e una patologia estremamente complesse, sui quali i vari esperti tenteranno di fare luce a riguardo

Sarà un momento di confronto l’appuntamento di domani organizzato presso l’aula conferenze dell’Ospedale Santa Maria Goretti, per fare il punto su quella che rappresenta la causa più comune di ricovero tra gli ultra 65: lo scompenso cardiaco. In occasione della sua nuova campagna di awareness l’associazione Aisc Aps – Associazione Italiana Scompensati Cardiaci, ha deciso di creare un momento di dibattito tra le principali figure che entrano in campo al presentarsi della malattia cardiovascolare, ossia Paziente, Caregivers e Professionisti Sanitari. Un tema e una patologia estremamente complesse, sui quali i vari esperti tenteranno di fare luce e creare una maggiore consapevolezza sia riguardo i primi campanelli di allarme da tenere sott’occhio che sulle possibili comorbilità al quale il paziente può andare incontro. Nello specifico due saranno i focus sui quali ci si soffermerà: il ruolo del colesterolo LDL e Lp(a) come fattore di rischio per lo sviluppo della patologia e la difficoltà di gestione della politerapia per il paziente ed il suo caregiver.

L’evento, organizzato in collaborazione con il Reparto UOC Cardiologia, UTIC ed Emodinamica dell’Ospedale Santa Maria Goretti, vedrà anche la testimonianza diretta di pazienti e caregiver.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

San Camillo, inaugurato il nuovo reparto di degenza a gestione infermieristica

Rocca: "Un passo importante per decongestionare i pronto soccorso". Il direttore Mostarda: "Un percorso virtuoso di assistenza e degenza"

“Cerco un uovo amico”, la Polizia di Stato sostiene la ricerca contro il neuroblastoma

Il neuroblastoma è la prima causa di morte per malattia durante il periodo prescolare. Il sostegno alla ricerca sui tumori solidi pediatrici

Epilessia, quando può essere il primo sintomo di un tumore cerebrale? Cosa sappiamo

Quando l'epilessia è il primo sintomo di un tumore cerebrale: nel 3,6 per cento dei casi convive con il cancro

Sanità, Rocca: “Gemelli e Sant’Andrea tra le prime 250 strutture al mondo fanno grande il Lazio”

"É un riconoscimento importante che si deve al lavoro e al sacrificio di professionisti", il commento del presidente

FOCUS – Inquinamento killer, così altera la pressione arteriosa dei pendolari: lo studio

Nel traffico l'inquinamento provoca un aumento della pressione, anche in chi viaggia nei mezzi chiusi. Filtri adeguati fanno la differenza

“Solo un uovo sodo nel piatto”. Così una mamma racconta l’anoressia nervosa della figlia adolescente

La storia è comune a quella di tante famiglie alle prese con i disturbi del comportamento alimentare: come cogliere i segnali d'allarme?
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -