Folla per la Mostra fotografica dell’Andos al Forte Sangallo

naugurata tra una folla di visitatori la Mostra dell’Andos al Forte Sangallo a Nettuno. Una settimana intensa, per l’Andos

Inaugurata tra una folla di visitatori la Mostra dell’Andos al Forte Sangallo a Nettuno. Una settimana intensa, quella che sta vivendo l’Andos Nettuno Anzio, ricca di appuntamenti per ritrovarsi ed essere vicini alla popolazione. Dopo il successo ottenuto domenica scorsa, a seguito dell’iniziativa di effettuare una camminata per le strade del centro cittadino con la graditissima presenza del Commissario straordinario al Comune di Nettuno Bruno Strati, oltre naturalmente alla Presidentessa Carla Magliocchetti, le donne dell’Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, hanno inaugurato il 18 ottobre presso il Forte Sangallo la mostra fotografica dal titolo “Da crisalide a farfalla”. Introdotta dalla Vice Presidente dell’Associazione Laura Orati, che a nome delle associate ha ringraziato la Presidentessa e quante hanno contribuito alla riuscita dell’evento, l’inaugurazione è proseguita con la lettura di una composizione letteraria dedicata alla mostra da parte dell’attrice Francesca De Francesco che ha descritto in modo appassionante la ricchezza dei contenuti artistici raffigurati nel percorso.

Ancora una volta le associate hanno dato ampia dimostrazione della loro vivacità intellettuale e voglia di fare, tipica di chi vive intensamente la propria vita raccogliendone quotidianamente il meglio che essa può offrire anche attraverso L’Andos, una associazione forte, ben radicata sul territorio, vero punto di riferimento sociale per quanti desiderano conforto e scambi di esperienze sul tema della lotta al cancro al seno. La mostra fotografica, aperta dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15, 30 alle 19, è parte delle attività artistiche delle donne dell’Andos, insieme a recitazione, musica e tanto altro, oltre naturalmente a quelle legate al recupero fisico. Protagoniste della mostra sono le stesse donne associate all’Andos che si raccontano attraverso i propri interessi e le proprie passioni, regalando rappresentazioni che nel loro insieme raccontano la bellezza, la tenacia e l’unicità delle donne, oltre la malattia. Arte fotografica vissuta con la propria immagine corporea per riappropiarsene superando le cicatrici che la vita a volte riserva, facendo leva sul desiderio di ripartire. Attraverso un percorso storico e solidale che riassume i 35 anni di permanenza sul territorio dell’Andos, dalle sue timide origini volute dalla compianta Laura Sebastianelli, fino alla odierna irrinunciabile realtà, la mostra si sviluppa su un ampio excursus di foto arricchite da frasi che toccano il cuore per l’emozione che trasmettono, rivolta a chi ha ancora dubbi e paure nell’affrontare le avversità della vita nella consapevolezza del superamento dei problemi, con la ricchezza di ha saputo trasformare l’angoscia in fervido impegno sociale.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

“Lo sguardo sottratto”, l’8 maggio la presentazione della mostra fotografica

L'esposizione presso l'Acquario Romano a ingresso gratuito, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19 fino al 23 maggio 2024

Lievito, da domani prende il via la manifestazione

Partenza alle 17.00 da Palazzo M, dove si tornerà a fine sfilata per l’inaugurazione di tre mostre d’arte contemporanea

“Tutto quello che sarà”, lunedì a Lievito la proiezione del docufilm prodotto da Utopia 2000

Il docufilm racconta il  “Girasoli Tour”, il viaggio di 3500 chilometri percorso da Massimiliano Porcelli insieme al giovane Dennis

“Un Mimo nel Pallone”: nuovo omaggio al circo all’Ateneo delle Arti

I biglietti per lo spettacolo sono già disponibili presso la segreteria dell’Ateneo delle Arti al costo di 8 euro

Latina Scalo è pronta per la Festa di San Giuseppe Lavoratore

Il 30 Aprile e il 1 Maggio nel piazzale della chiesa svariati intrattenimenti ed esibizioni insieme a un ricco stand enogastronomico

Corale San Marco, appuntamento con il tradizionale concerto del 25 aprile

Appuntamento dalle ore 19. Musiche di De Haan, Ortolani, Antognini, Buxtheude, Franck, De Curtis, Di Capua e Verdi
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -