Dinoi, (AEPI): “Al nuovo Governo chiediamo un’assemblea permanente”

"Il 26 settembre inizia il bello e noi saremo determinati, presenti, molto responsabili nel dare il nostro contributo"

«Il 26 settembre inizia il bello e noi saremo determinati, presenti, molto responsabili nel dare il nostro contributo. L’importante è che qualcuno ci ascolti». Così il presidente di AEPI, Mino Dinoi, nel messaggio di chiusura della 3° Festa nazionale della Confederazione che termina oggi a Labro, in provincia di Rieti. «Ci vorrebbe un’assemblea permanente dove rappresentanti del mondo produttivo e sindacale siano interlocutori della politica. Lanciamo l’idea di un coordinamento aperto e costante: se è vero che l’autunno sarà di fuoco con una serie di problemi ancora irrisolti, dobbiamo mettere insieme le imprese e professionisti, la rappresentanza intermedia e i corpi politici in Parlamento. È questa una delle sfide, noi siamo pronti».

Nel corso della tre giorni, la Confederazione ha presentato le sue dieci proposte, in rappresentanza di oltre 500mila imprese e 15mila professionisti intersettoriali. Tra queste, il taglio delle bollette e la pace fiscale. «Non interventi spot, ma lungimiranza. Le nostre micro imprese non sono gli evasori di questo Paese. Ormai siamo alla catastrofe. Rimandando in avanti i pagamenti, se comunque non hanno delle entrate, in prospettiva non riescono a coprirle».

Tra gli interventi della Festa nella giornata di chiusura, anche la leader di FdI Giorgia Meloni. «Ora dobbiamo capirci: la ragione per la quale il prezzo del gas sale non è che la Russia l’ha aumentato. Ovviamente la Russia ci gioca, ma la ragione è che ci sono grandi player nella borsa di Amsterdam che decidono di far salire il prezzo.  Il tema non è quindi continuare a trovare risorse da dare alla speculazione, non è trovare altre risorse da farsi fregare. Qui c’è chi sta facendo soldi a palate senza una ragione. Quindi la prima cosa è riuscire a mettere un tetto al prezzo del gas. Questa è una misura che può fare l’Europa ma anche l’Italia, se l’Europa è lenta».

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Botticelle nella Capitale: Oipa chiede al Campidoglio di avviare una trattativa per la conversione delle licenze

L’associazione si è fatta promotrice anche di una petizione online che chiede al ministro Salvini lo stop ai veicoli a trazione animale

San Felice Circeo – Ordinata l’apertura del cancello in via delle Batterie

La decisione al fine di tutelare la necessità di garantire un tempestivo e libero intervento dei mezzi di soccorso in caso di necessità

Le invenzioni che hanno rivoluzionato il mondo: la lista delle più celebri del XX secolo

Le invenzioni del ‘900 hanno avuto un impatto profondo sulla società, influenzando ogni aspetto della nostra vita quotidiana

Caporalato, Marco Napoli di Noi Moderati: “La morte Di Satnam Singh è una sconfitta per tutti”

"Occorre fermarsi e riflettere, dal cittadino alle massime cariche istituzionali, sul ruolo che diamo alla vita e alla dignità della persona"

Ugl Partecipate: solidarietà verso Simone Cicalone

"Proprio questa vicenda dovrebbe portare tutti a porsi una serie di domande", il commento di Marco Iannarilli

Forum Terzo Settore del Lazio: “Atterriti da morte del giovane bracciante nel Pontino, basta sfruttamento dei lavoratori”

L'ente ogggi pomeriggio parteciperà con una propria rappresentanza alla manifestazione di protesta indetta dalla Flai - Cgil
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -