Cisterna – Firmato il protocollo d’intesa tra Comune e Asl Latina

Previsti l'ambulatorio della Prevenzione Primaria, programmi e campagne di sensibilizzazione nelle scuole e luoghi d’incontro o lavoro

Cultura della prevenzione, corretti stili di vita, programmi di screening oncologici. Sono questi i tre obiettivi principali del protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso 28 marzo tra il Comune di Cisterna di Latina, rappresentato dal sindaco Valentino Mantini, e l’Azienda USL Latina, rappresentata dalla delegata Direttore UOC Prevenzione Attiva, Dipartimento di Prevenzione dott.ssa Silvia Iacovacci. Alla firma del protocollo d’intesa erano presenti il Direttore del Distretto sociosanitario LT/1 dott. Vincenzo Lucarini, il dott. Giancarlo Frainetti dei Medici di Medicina Generale e il consigliere comunale e cardiologo dott. Francesco Maggiacomo. Insieme, ASL Latina e Comune, coopereranno per la prevenzione primaria e secondaria di malattie croniche non trasmissibili, la realizzazione di progetti per l’attuazione di interventi che favoriscano la partecipazione della popolazione alla promozione del benessere e della salute, la promozione di iniziative divulgative e di sensibilizzazione per la diffusione di corrette informazioni e della cultura sanitaria.

Per fare ciò verrà istituito, in collaborazione con i Medici di Medicina Generale e con il personale sanitario ASL, un ambulatorio della prevenzione primaria per l’individuazione precoce di fattori di rischio per le malattie croniche. Inoltre la ASL organizzerà delle Giornate della prevenzione dedicate alla valutazione, accanto all’analisi del rischio cardiovascolare, degli stili di vita, dei valori glicemici, colesterolemici, pressori e ponderali della popolazione. Si terranno programmi di prevenzione e promozione della salute nelle scuole, nei luoghi di lavoro, nelle comunità attive per promuovere l’attività fisica, la sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro, per la prevenzione degli incidenti stradali e domestici, campagne antifumo, sul bere responsabile. L’ASL si occuperà delle varie attività mentre il Comune fornirà il supporto logistico, favorirà l’adesione dei propri cittadini a programmi o progetti, si adopererà per il reclutamento di eventuali associazioni del terzo settore, presenti sul territorio, da coinvolgere o collaborare nei progetti. 

«È un importante passo in avanti, grazie all’intesa tra ASL e Comune, nella creazione della così fondamentale e desiderata medicina del territorio e di prossimità, al servizio in particolare di soggetti fragili e con malattie croniche, nell’intenzione di sviluppare un percorso virtuoso nel campo essenziale della prevenzione primaria e secondaria delle patologie più diffuse», hanno dichiarato il Sindaco di Cisterna Valentino Mantini e il consigliere comunale e cardiologo Francesco Maggiacomo. 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Fondi – Comune interessato a chiedere in locazione Palazzo Caetani: approvata la delibera di giunta

Nelle idee i locali tra Corso Appio Claudio e Piazza Duomo potrebbero diventare un prolungamento del Museo

Stop a violenze e discriminazioni, il rispetto “virale” tra i giovani per vincere la sfida sociale

Plauso unanime per l'iniziativa presentata ieri dalla Regione Lazio. Un progetto rivolto ai giovani che coinvolge famiglie e scuole

Guardia di Finanza, inaugurata al Vittoriano la mostra storica “250 anni – Tradizione e Futuro”

La mostra, allestita al Complesso del Vittoriano a Roma, rimarrà aperta al pubblico fino al 25 giugno 2024 con ingresso gratuito

Disservizi Acqualatina e mancanza di risposte: i cittadini di Piazzale Edison lanciano l’allarme

"Dopo aver presentato una richiesta d'incontro alla Sindaca, sottoscritta da più di 150 firme, non abbiamo ricevuto alcun riscontro"

Azienda Speciale Multiservizi, Principi: “Dopo 21 anni sottoscritto l’accordo sul decentrato”

Una richiesta che i lavoratori e le sigle sindacali hanno avanzato nel tempo al fine di poter avere maggiori benefici

Codici evidenzia i costi “nascosti” della raccolta “porta a porta”

Il responsabile provinciale Antonio Bottoni: "Una spesa complessiva di oltre 550 euro l’anno, come detto a carico dei soli utenti"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -