Recupero ticket sanitari dalla Regione Lazio: per il Tar le Asl devono fornire chiarimenti

Codici: "Quelle lettere hanno creato apprensione a tante persone. In alcuni casi, infatti, le somme sono rilevanti"

Vittoria al Tar del Lazio di Codici in merito alla vicenda dell’avviso di pagamento inviato dalla Regione Lazio sul recupero dei ticket sanitari non corrisposti per errate o inappropriate attestazioni di esenzione per reddito, relativamente al periodo che va dal 2011 al 2018. Nel luglio scorso l’associazione aveva presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per la mancata risposta della Asl Roma 2 alla richiesta di chiarimenti sull’avviso di pagamento e ieri è arrivata la sentenza.

“Il Tar ha ritenuto doveroso da parte della Asl dare accesso agli atti del procedimento – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – e questa è una vittoria importante. Il diritto di accesso ai documenti amministrativi, oltre ad essere funzionale alla tutela giurisdizionale, consente ai cittadini di orientare i propri comportamenti sul piano sostanziale per curare o difendere i loro interessi giuridici. Permette di fare chiarezza, garantisce trasparenza. La nostra richiesta nasce dalle perplessità in merito agli avvisi inviati dalla Regione Lazio e la spiegazione della comunicazione fatta per interrompere i termini di prescrizione non è sufficiente. Quelle lettere hanno creato apprensione a tante persone. In alcuni casi, infatti, le somme sono rilevanti.

Bisognava essere più chiari. Parliamo di un periodo non recentissimo, visto che si va dal 2011 al 2018, e non tutti hanno a disposizione i documenti per ricostruire la situazione, per capire se la richiesta è corretta o meno. È per questo che ci saremmo aspettati un comportamento diverso e più collaborativo da parte della Regione Lazio e della Asl di riferimento, un atteggiamento in grado di permettere ai cittadini di fare chiarezza e non di scatenare il panico, come avvenuto. Ci auguriamo che questa sentenza del Tar serva da insegnamento e che in futuro non si ripeta quanto accaduto per i ticket sanitari, un caos di cui sinceramente non si sentiva l’esigenza”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Minaccia l’ex e i familiari perché non accetta la fine della relazione: arrestato un 23enne

Cisterna - L'uomo rintracciato presso la sua abitazione, tentava invano di sottrarsi ai Carabinieri nascondendosi all’interno di un armadio

Priverno – Incidente della notte a causa dell’asfalto bagnato: ferita una 21enne di Roccagorga

La donna mentre stava guidando, a causa delle avverse condizioni atmosferiche, ha perso il controllo dell’autovettura

Anni di violenze verso la ex e la minaccia di togliersi la vita con i figli: arrestato

Latina - L'uomo è stato arrestato dopo aver minacciato di schiantarsi con l'auto con a bordo i figli avuti con l'ex

Morti sul lavoro, nel primo mese del 2024 già 45 vittime: crescono le denunce di infortunio

Il report dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro e Ambiente Vega Engineering. Il settore delle costruzioni quello più colpito

Trovato in casa della madre nonostante il divieto, in manette un 54enne

Priverno - Secondo le ricostruzioni dei Carabinieri l'uomo avrebbe violato il provvedimento 4 volte nel mese di febbraio

Spaccio e rapporti con la criminalità organizzata, scattano due misure di sorveglianza speciale

Indagine portata avanti dai poliziotti del Commissariato di Gaeta, in collaborazione con la sezione della Divisione Polizia Anticrimine
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -