Nuovi edifici senza adeguare i servizi: l’attacco di Cittadinanza Attiva e Sermoneta Protagonista

"Nessun “Piano di adeguamento dei Servizi” e nessuna richiesta di compartecipazione ai privati per interventi di mitigazione ambientale"

In questi 5 anni l’attuale Amministrazione comunale ha approvato nuovi interventi edilizi, andando ben oltre le previsioni del PRG, soprattutto nell’area di Carrara-Pontenuovo, per circa 100 mila metri cubi. Questo significa nuove abitazioni e centinaia, migliaia di nuovi residenti.

  • Area ex Mistral (da sola 54 mila metri cubi da edificare), con la approvazione della maggioranza (compresi l’attuale presidenza del consiglio comunale e l’allora assessore all’urbanistica) e dei consiglieri di “opposizione” (Torelli e Centra);
  • Le aree limitrofe al semaforo di via Le Pastine e quella confinante con via Carrara.

A fronte di questo ulteriore aumento di popolazione, la Amministrazione Comunale, compreso l’ultimo Consiglio Comunale del 27 novembre scorso (con il voto della maggioranza tutta, Di Lenola compreso e dei due consiglieri Torelli e Centra) continua a non voler prendere atto della necessità di “Programmare” un adeguamento dei servizi, prima di dare l’ok definitivo agli interventi (Reti idriche e fognarie, depurazione, viabilità e piano parcheggi e percorsi pedonali, strutture sociali, sanitarie e civili, scuole, l’adeguamento del sottopasso ferroviario di via Carrara, l’adeguamento dei servizi legati allo Scalo FS).

Nessun “Piano di adeguamento dei Servizi” e nessuna richiesta di compartecipazione ai privati per interventi di mitigazione ambientale, co-partecipazione alla realizzazione di servizi (come avvenuto in passato, per esempio, con il Centro Civico). Prevista unicamente la cessione delle aree a verde e quelle destinate ai parcheggi, che vengono fatti passare per una concessione ma che nella realtà sono dovuti per legge. Occorre ben altro.

Mentre avviene tutto questo, Piazza Lunga, Doganella di Ninfa, Tufette, Monticchio, i nuclei individuati nel territorio, attendono di conoscere il loro futuro.

Noi siamo per lo sviluppo dell’economia, anche da parte dei privati. Ma se a generare ricchezza è il Comune (con l’urbanistica), ci deve essere un ritorno a favore dei cittadini, della Comunità. Quindi una pianificazione che tuteli il territorio, una programmazione dell’aumento della popolazione, la tutela dei Nuclei urbani esistenti che attendono da anni, nuovi servizi (scuole, centri sociali, sanitari e civici etc.).

Insomma, i “Servizi per una Città” e non Borgate che subiscono un incremento edilizio senza una visione legata ai bisogni dei cittadini, delle famiglie, dei giovani, ad un “futuro condiviso”.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Consulta Donne Anci Lazio: Simona Mulè nominata vicecoordinatrice

La Mulè è anche il Consigliere di parità designata della Provincia di Latina e vanta pluriennale esperienza

Campagna (PD): “Su isola pedonale la maggioranza palesa contraddizioni e assenza di idee”

"A quasi un anno dalle elezioni, questa povertà di idee sulle questioni cruciali suscita preoccupazione", il commento

Regione – Approvata la delibera per la moria del kiwi: la soddisfazione di Sambucci

"L’attività di sostegno e monitoraggio da parte della Regione naturalmente andrà avanti perché questa emergenza non è ancora finita"

Pianificazione urbanistica, arriva la delega dalla Regione per Latina

"Una bella giornata per Latina dopo anni di vuoto. Pronti ad accelerare i lavori urbanistici con questo importante strumento urbanistico”

Commissariamento Asl, sanità pontina a rischio paralisi, l’appello di Ciolfi (M5S)

"È arrivato il momento di difendere il diritto alla salute dei cittadini e quello a un lavoro dignitoso degli operatori sanitari"

“Benessere bene comune”, Lbc organizza due incontri sulla sanità

Conversazioni su salute, prevenzioni, stili di vita, cura. Eventi in programma nelle giornate del 24 e 25 febbraio 2024
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -