Lievito 2024, affluenza oltre le aspettative per la ripartenza della rassegna culturale

La presidente Melia Mangano: "Grazie infine alle cittadine e ai cittadini, hanno dimostrato che la cultura è uno strumento di aggregazione"

Si chiude con un bilancio ben oltre le aspettative l’edizione che dopo cinque anni ha riportato Lievito in città. Sei giorni densi di eventi nei luoghi simbolo di Latina, dal 25 al 30 aprile, con un totale di circa 5mila presenze e una media giornaliera di 600 persone accolte in un Palazzo M allestito ad arte.

Grande affluenza di pubblico per tutte le sezioni della rassegna culturale. Lievito kids vola, con una media di 80 bimbi ad appuntamento, addirittura oltre 200 per lo spettacolo delle bolle -per non dir dei genitori – a conferma della felice intuizione di inserire un programma tutto dedicato ai più piccoli. La musica fa sempre la parte del leone, complici la fascia preserale dei concerti e le degustazioni a seguire, offerte da aziende e locali del territorio, in cui ci si sente in famiglia. Firmacopie pieni, altrettanto gli eventi dedicati ai libri, con ospiti di rilievo nel mondo dell’informazione e della narrativa. Sale gremite al cinema come non si è abituati a vedere e un sorprendente riscontro anche per la sezione scientifica. Un crescendo di emozioni e partecipazione esploso nell’incontro finale con il Premio Nobel Giorgio Parisi, salutato con il lungo e caloroso abbraccio del teatroD’Annunzio pieno e la certezza che l’intervento generoso del fisico resterà nel cuore della città. Incoraggiante e bellissima anche la presenza di tanti giovani, in particolare per il Nobel e per il giornalista d’inchiesta Sigfrido Ranucci. La città c’è e ha risposto, un successo che porta la firma della nuova associazione culturale Lievito, di tanti volontari infaticabili, degli sponsor che hanno permesso questa ripartenza.

«A conclusione dei sei giorni di Lievito – commenta la presidente dell’associazione, Melia Mangano – possiamo dire che la rassegna è stata un grande successo. Merito del risultato è da attribuire a un programma ricco di eventi di qualità e articolato tra musica, libri, teatro, cinema, mostre, degustazioni, scienza e attività per bambini. Abbiamo chiuso alla grande, invitando al D’Annunzio il professor Parisi, un uomo straordinario che con umiltà e generosità si è messo a disposizione di tutti i presenti. Da sottolineare anche – continua Melia Mangano – la gratuità degli eventi, resa possibile grazie alla sensibilità dei numerosi sponsor ai quali va il nostro ringraziamento. Esprimiamo poi gratitudine alla Guardia di Finanza, che ci ha ospitato nella sua sede di Palazzo M. E infine i complimenti vanno alla macchina organizzativa di Lievito, fatta da persone che volontariamente hanno lavorato con competenza ed entusiasmo. Grazie infine alle cittadine e ai cittadini di Latina, che con la loro partecipazione hanno dimostrato che la cultura è uno strumento di aggregazione e crescita di cui la città ha bisogno».

«Lievito è nato per aprire la città al paese e ai suoi stessi cittadini attraverso la cultura, e non potevamo sperare in un ritorno migliore – aggiunge il direttore artistico Renato Chiocca – Un’edizione in cui alle eccellenze del territorio abbiamo continuato ad affiancare alcuni tra i più stimati protagonisti della cultura nazionale ed internazionale, alimentando un dialogo che la città ha accolto con entusiasmo. Un lavoro di squadra, non solo di chi Lievito lo organizza, ma anche di chi Lievito lo vive, cominciando già da subito ad immaginare la prossima edizione».

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Week end di musica per “Novecento. Un secolo da scoprire”: il programma

Questa settimana due gli spettacoli che si terranno presso l'arena del Museo Cambellotti con programmi molti diversi

“Cisterna 1944”, la presentazione del libro che celebra gli 80 anni della liberazione della città

il libro è anche un tributo al sacrificio e alla tenace resilienza di un’intera comunità che ha sopportato indicibili patimenti e lutti

Il potere della fotografia e il sogno di una bambina divenuto realtà: Veruschka Baudo si racconta

Da bambina voleva fotografare le top degli anni '80 e '90. Oggi è una pluripremiata fotografa ritrattista che colleziona successi

Maggio Sermonetano: domenica protagonisti i bambini e le musiche del sud Italia

Dalla mattina ci sarà l’apertura delle mostre d’arte alla Loggia dei mercanti, chiesa di San Michele Arcangelo nelle vie del paese

Amazon sceglie Sperlonga per “Regina del Sud”, la nuova serie targata Lux Vide

Piena soddisfazione per la Latina Film Commission, che ancora una volta riesce a mettere a segno un colpo vincente per la provincia pontina

Reading Party, domenica nello spazio LatinadAmare l’evento di Letture Agonistiche

Dalle ore 17 l'appuntamento per gli amanti dei libri: aree tematiche e due ore a disposizione da dedicare alla lettura
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -