Lazio, 400mila vaccinazioni in un mese

Da novembre si è entrati nel vivo della terza fase della vaccinazione anti Covid-19, aprendo alle restanti fasce della popolazione

Quasi 400mila vaccinazioni sono state effettuate ai cittadini e al personale sanitario. È quanto si evince dal report mensile, aggiornato a questa mattina, delle campagne per prevenire l’influenza e il Covid-19, rispettivamente oltre 383mila e circa 11mila dosi somministrate a partire dal 2 ottobre. Nella vaccinazione spicca la centralità dei medici di medicina generale, che hanno immunizzato 342mila cittadini per prevenire l’influenza e almeno 4mila persone per l’anti Covid. Quest’ultima campagna ha vissuto varie fasi, partendo dai sanitari dal 2 ottobre e proseguendo con gli over 80 e le categorie fragili dal 16 ottobre.

Da novembre si è entrati così nel vivo della terza fase della vaccinazione anti Covid-19, aprendo alle restanti fasce della popolazione e consigliandola prevalentemente ai familiari, ai conviventi e ai caregiver di persone con gravi fragilità. Essenziale anche il ruolo nevralgico dei pediatri di libera scelta nell’antinfluenzale (circa 22mila vaccinazioni), insieme con le somministrazioni effettuate dalle Aziende ospedaliere e sanitarie locali, da Ares 118, dai Policlinici e dagli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico sia per l’antinfluenzale (oltre 12mila dosi) sia per l’anti-Covid (più di 6700 dosi).

La prenotazione online può avvenire attraverso i punti di somministrazione vaccinale delle strutture sanitarie, con la piattaforma https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it oppure al numero di telefono 06.164.161.841, che è attivo dal lunedì al venerdì dalle 7 e 30 alle 19 e 30 e il sabato dalle 7 e 30 alle 13. Per gli eventuali chiarimenti o per maggiori informazioni sulla campagna vaccinale anti-Covid, i cittadini possono contattare il numero verde 800.118.800, a cura di Ares 118.

La vaccinazione non è obbligatoria, ma raccomandata, soprattutto per gli anziani, i fragili e gli operatori sanitari. Il vaccino Comirnaty Omicron XBB 1.5 viene somministrato come richiamo a distanza di sei mesi dall’ultima vaccinazione anti Covid-19 o dall’ultima positività, raccomandando una distanza di almeno 3 mesi dalla dose di vaccino più recente qualora si rendesse necessaria un’anticipazione per le valutazioni cliniche.

Per quanta riguarda i bambini dai 6 mesi ai 4 anni, che non abbiano completato il ciclo primario anti Covid-19,saranno disponibili tre dosi: la seconda sarà somministrata a tre settimane dalla prima e la terza a otto settimane dalla precedente. 

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Amatrice, inaugurata la nuova mensa scolastica “Sergio Marchionne”

L'assessore Rinaldi: "Necessario ripartire dalle nuove generazioni. Giornate così dimostrano l’attenzione degli Enti al territorio"

Politiche energetiche e di sostenibilità, risultati lusinghieri per il progetto ES-PA

La presentazione ieri alla presenza dei sindacati tra cui l'Unione Artigiani Italiani rappresentata da Francesco Michele Abballe

Un fondano alla guida del Cioff Youth: l’amministrazione si congratula con Davide Di Vito

Le congratulazioni del sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e dell’assessore alla Cultura e al Turismo Vincenzo Carnevale esprimono

Terracina – Primo incontro in Comune per le criticità segnalate sulla presenza di nutrie e cinghiali

Nel corso della riunione sono state valutate le criticità e le ipotesi possibili, dalla sterilizzazione alle reti elettrificate

Mercato coperto di Fondi, pubblicati due avvisi

Prosegue l’iter di valorizzazione della struttura di via Gioberti. Previsti 7 box vendita e un punto per consumo alimenti e bevande

Sanità, sbloccate le risorse per il personale ferme dal 2017

Un provvedimento per valorizzare il personale sanitario, a partire dalle prestazioni aggiuntive per i dirigenti di Medicina d’Emergenza
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -