Emergenza sanitaria nel sud pontino, il sindaco Taddeo evidenzia le criticità

Una riunione urgente per un confronto aperto sulle soluzioni individuate per affrontare le criticità che investiranno il pronto soccorso

Mercoledì scorso a Formia una seduta di Consiglio comunale molto partecipata che ha visto la presenza attiva dei Sindaci del territorio, dei Consiglieri Regionali della direzione generale della Asl, dei tecnici e dei vertici sanitari dell’ospedale formiano. Una riunione urgente, voluta fortemente dal Sindaco Gianluca Taddeo, per un confronto aperto sulle soluzioni individuate per affrontare le criticità che investiranno il locale pronto soccorso nel periodo di svolgimento dei lavori di ristrutturazione.

“Ho convocato d’urgenza questo consiglio comunale in seduta aperta sull’attuale emergenza sanitaria nel sud pontino che andrà ad investire direttamente l’ospedale ‘Dono Svizzero’ di Formia, Dea di I Livello, che da tantissimi anni svolge un ruolo chiave e strategico non solo per l’intero comprensorio ma anche per il nord della Campania. Ho voluto porre la massima attenzione sulle criticità che riguarderanno la chiusura del Pronto Soccorso che subito dopo le festività pasquali sarà interessato dai lavori di ristrutturazione e ampliamento. Dopo traversie legate alla prima richiesta nel lontano 2019 da parte dell’Asl di un permesso a costruire per la riorganizzazione dei servizi della parte antistante la camera calda attuale, mai concluso e sollecitato anche dal Comune di Formia, ho ritenuto di formare un tavolo tecnico per mettere in linea tutte le procedure avviate sui lavori del Pronto Soccorso con i procedimenti relativi a quanto votato in consiglio comunale nel 2022 per un ulteriore ampliamento della parte adiacente l’entrata nello spazio attiguo al pronto soccorso”.

Il Sindaco Gianluca Taddeo ha illustrato in Sala Ribaud l’attuale situazione aprendo l’assise civica alla presenza dei consiglieri regionali Cosmo Mitrano, Enrico Tiero e Salvatore La Penna, dei sindaci Cristian Leccese (Gaeta), Gerardo Stefanelli (Minturno), Franco Taddeo (Santi Cosma e Damiano), dell’assessore Francesco Sessa (Castelforte), dei consiglieri Vincenzo Venturino (Spigno Saturnia), Maria Claudia Sandolo (Ponza), Giuseppe Assenso (delegato ai rapporti con le istituzioni per il Comune di Ventotene); per l’Asl hanno presenziato il direttore sanitario facente funzioni, Sergio Parrocchia, il direttore UOC Direzione Medica I Livello, Giuseppe Ciarlo, il primario del Pronto Soccorso Paolo Nucera, gli ingegneri Paolo Palombo e Cesare Rinaldi.

Le opere, che partiranno a breve, sono state bloccate quando la ditta appaltatrice incaricata dei lavori ha rinviato l’inizio delle operazioni – previste per il 25 marzo – a causa di alcune criticità riscontrate sul campo, non ultime alcune autorizzazioni tecniche da completare ed integrare.

La vicenda è stata seguita direttamente in prima persona dal Sindaco di Formia Gianluca Taddeo che ha convocato più volte i soggetti interessati in un tavolo tecnico in Comune con il compito di coordinare le diverse figure e le diverse attività connesse con gli interventi di ristrutturazione, al fine di favorire un efficace dialogo e garantire un’ottimale integrazione delle varie componenti, sempre nell’ottica di ridurre al massimo i disagi per gli utenti del pronto soccorso.

“La riorganizzazione del Pronto Soccorso – ha spiegato molto chiaramente il primo cittadino di Formia, Gianluca Taddeo – parte internamente con una regolamentazione di nuove aree e una riqualificazione degli impianti che hanno bisogno di essere delocalizzati in una spazio alternativo e non troppo distante dall’ospedale, perché il Pronto Soccorso è una struttura complementare a tutti i reparti . Pertanto si è pensato di creare questa alternativa sulla parte adiacente il parcheggio, dove oggi insiste la tensostruttura che fu allestita nel 2022 durante l’emergenza Covid”.

“Ci siamo dovuti riunire per stabilire le migliori soluzioni e condizioni da condividere in piena sinergia con tutti gli amministratori che rappresentano questa vasta area comprensoriale e con i vertici dell’Asl per fornire le giuste informazioni da dare alla cittadinanza, che riguardano non soltanto la mia amministrazione ma anche tutti i presenti in questo consiglio comunale – ha proseguito Taddeo – Ho apprezzato gli interventi della minoranza, anche critici sulla conduzione dell’Asl di questi ultimi anni. Ho provato più volte a convocare un tavolo tecnico già nel 2022, anche con la presenza degli altri amministratori e con l’ex direttore generale dell’Asl di Latina Silvia Cavalli che però non ritenne di intervenire. Normalmente non mi piace utilizzare la stampa alla quale ricorro solo quando c’è da chiarire aspetti rilevanti che vengono politicamente strumentalizzati, come purtroppo sempre più spesso sta accadendo qui a Formia negli ultimi mesi. Questo tuttavia è un momento rilevante per nostra Città perché si affronta il tema per tutti più delicato quello della salute, perciò è bene lasciare polemiche e politica, a vantaggio di un dialogo serio e costruttivo per il bene della nostra comunità”.

Il sindaco Taddeo, nel corso del suo intervento, ha ribadito che “i lavori appaltati devono avere nel contempo una rapida accelerazione per chiudere tutto a ridosso dell’estate”. Ed ha così concluso: “E’ fondamentale trovare un modo per riorganizzare le attività in maniera tale da garantire lo svolgimento delle attività ospedaliere, del personale e dell’accoglienza dei pazienti, al fine di rendere meno disagevole l’intero comparto. Come Comune abbiamo garantito la disponibilità di un contributo economico per dare un aiuto qualora non ci fossero le risorse sufficienti per realizzare tutte queste attività perché il diritto alla salute non si nega a nessuno”.

In merito alla tensostruttura temporanea, che sarà realizzata all’esterno dell’ospedale, è arrivata la rassicurazione del Consigliere regionale di Forza Italia Cosimo Mitrano, dopo un colloquio avuto con il presidente Francesco Rocca e con il direttore generale della programmazione sanitaria regionale ‘Salute e Integrazione Sociosanitaria’, Andrea Urbani, secondo cui la Regione Lazio si farà carico della copertura delle spese necessarie per un suo ulteriore ampliamento per l’upgrade. Del resto si tratta di un tema che riguarda tutti i cittadini del territorio, perché il ‘Dono Svizzero’ deve andare a coprire più di 100.00 abitanti del Golfo e del Nord della Campania.

Il direttore sanitario dell’Asl, Sergio Parrocchia ha sottolineato il lavoro sinergico condotto in questi ultimi giorni anche con l’amministrazione comunale di Formia per analizzare e risolvere le problematiche tecniche grazie al supporto delle istituzioni: “La Regione Lazio ha avuto sempre attenzione sull’emergenza sanitaria e sul rafforzamento dell’area ospedaliera nell’ambito di iniziative di potenziamento dei pronto soccorso tra il sistema di monitoraggio attuato dei posti letti, il potenziamento dell’offerta di ricovero a favore delle strutture private accreditate con delle regole specifiche e per le strutture residenziali per le esigenze dei pazienti che si recano ai pronto soccorso, e alle aziende sanitarie di mettere a disposizione nel budget i fondi di bilancio per un rafforzamento strutturale e di riqualificazione dei pronto soccorso che si stanno svolgendo con tecnologie da realizzare”. Una novità: la Regione in merito all’aggiornamento della maxi emergenza, prevede che per Formia si vadano ad integrare in base al Dl34, la realizzazione dei percorsi, in fase di svolgimento, di isolamento delle gestioni di malattie infettive”.

Il direttore sanitario del polo ospedaliero sud Giuseppe Ciarlo ha condiviso l’importanza della coesione tra le istituzioni per valorizzare l’ospedale: “Il personale è una risorsa fondamentale per garantire un servizio di qualità. Faremo una sala emodinamica che raddoppierà la disponibilità: dopo il Covid il servizio era h6, ora è h24 grazie soprattutto al capitale umano e al lavoro encomiabile degli operatori sanitari”.

Il primario Paolo Nucera ha evidenziato la mancanza di privacy nel pronto soccorso e gli spazi angusti, rimarcando l’importanza degli imminenti lavori per migliorare la struttura, soprattutto in vista di eventuali emergenze infettivologiche. “I tecnici, che hanno partecipato alle riunioni convocate dal Sindaco di Formia hanno confermato l’avvio imminente dei lavori assicurando un ampliamento della tensostruttura temporanea, che servirà per la presa in carico dei pazienti, e un monitoraggio settimanale per accelerare i tempi di realizzazione facendo attenzione a minimizzare i disagi per gli utenti, cercando di terminare gli interventi prima della stagione turistica quando il territorio vedrà triplicare le presenze”.

Al termine della seduta consiliare, dopo che il Sindaco Gianluca Taddeo ha ben spiegato anche gli aspetti tecnici connessi con il rilascio della Cila e della Cil, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità un documento di intenti sulle attività che verranno realizzate per riqualificare i locali del pronto soccorso dell’ospedale “Dono Svizzero”.

“Volevo ringraziare la Dottoressa Caterina Nocella, consigliera comunale e presidente della commissione sanità, per aver seguito attentamente questa criticità evidenziando le perplessità che provenivano dal personale medico e paramedico a cui va tutto il nostro sostegno”

Colgo l’occasione per fare gli auguri di buon lavoro al nuovo Commissario della Asl Dottoressa Sabrina Cenciarelli con cui si è avviata già nei giorni scorsi una proficua collaborazione”

Terminata la seduta, grande soddisfazione è stata manifestata da tutti i presenti e soprattutto da Gianluca Taddeo che da sempre è particolarmente impegnato sulle questioni dell’Ospedale formiano ed attento ad ogni esigenza legata alla salute pubblica.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Stop a violenze e discriminazioni, il rispetto “virale” tra i giovani per vincere la sfida sociale

Plauso unanime per l'iniziativa presentata ieri dalla Regione Lazio. Un progetto rivolto ai giovani che coinvolge famiglie e scuole

Cisterna – Convocato per lunedì il Consiglio Comunale

Saranno sette i punti all'ordine del giorno che verranno discussi nel corso della seduta del 29 aprile. Seconda convocazione per martedì 30

Regolamento Imballaggi, De Meo: “PPE e Forza Italia determinati per correggere proposta”

"Questa è una grande vittoria per il sistema Italia, le cui eccellenze del Made in Italy erano state inizialmente penalizzate"

Campagna (PD): “Amministrazione Celentano sceglie di non parlare di 25 aprile: fatto inquientante”

"Su nessuno dei canali ufficiali del Comune, sito web o social, si trovano riferimenti alle iniziative locali relative al 25 aprile"

Regolamento Avvocatura comunale, l’opposizione: “Limate e minate le funzioni dell’organo”

Introdotta la lista dei reati per i quali l’Ente può costituirsi parte civile "Evidente tentativo di svilirne il ruolo a tutela di interessi"

Elezioni Europee, Adinolfi (Lega) ritira la candidatura: “Passo indietro per famiglia e lavoro”

"Dopo cinque anni di impegno in Europa, ho chiesto a Matteo Salvini e Claudio Durigon di poter fare un passo indietro"
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -