Abusi sessuali su una ragazzina di 12 anni: 52enne condannato

Avrebbe costretto la figlia della compagna a sottoporsi a degli atti sessuali nel letto dove i tre giacevano e mentre la madre dormiva

Era accusato di abusi sessuali su una bambina e maltrattamenti nei confronti della compagna convivente, madre della piccola. Accuse dimostrate in Tribunale, a Latina, che gli sono costate una condanna a quattro anni carcere.

Il condannato, che vive in un paese dei Lepini, era stato denunciato dalla compagna la scorsa estate e, per questo, era finito ai domiciliari. I riscontri delle forze dell’ordine e dalla Procura lo avevano inchiodato alle sue responsabilità.

Avrebbe costretto la figlia della donna, di soli 12 anni, a sottoporsi a degli atti sessuali nel letto dove i tre giacevano e mentre la madre dormiva. Avrebbe palpeggiato la piccola nelle parti intime. Da qui la denuncia della donna, di 56 anni, che ha anche raccontato alle forze dell’ordine dei continui maltrattamenti subiti, sin dal 2015. Il 52enne, “spesso alterato dall’abuso di sostanze alcoliche, maltrattava la 56enne rendendole la vita mortificante e insostenibile”.

La madre ha raccontato di aver subito, nel tempo, calci, schiaffi e pugni. Non solo, veniva fatta oggetto di lancio di oggetti, che quindi venivano distrutti, oltre che di pesanti insulti che sono facili da immaginare… Oltre a questo, le “impediva di vivere liberamente le sue amicizie e i rapporti sociali, vietandole le uscite con le amiche, i contatti social e quelli telefonici”.

Il processo si è tenuto davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario. Un processo con rito abbreviato su richiesta del difensore dell’imputato, l’avvocato Amleto Coronella.

Il pubblico ministero Valerio De Luca ha richiesto 4 anni di carcere. Richiesta accolta dal giudice che lo ha riconosciuto colpevole di violenza sessuale aggravata dalla minore età della vittima e maltrattamenti in famiglia.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

Tentano di occupare una casa dell’Ater, l’intervento

L'immobile in via Virgilio è destinato ad essere demolito a breve per realizzare una palazzina nuova da mettere a disposizione

Incidente sul lavoro, la Regione pagherà le spese funebri Satnam Singh

La Regione Lazio ribadisce la ferma condanna per l’accaduto, confermando il suo impegno nella lotta al caporalato

Atti vandalici contro i cestini gettacarta, la denuncia

Le segnalazioni di ABC Latina in riferimento al fatto che negli ultimi giorni ci sono stati numerosi episodi di vandalismo

Ai domiciliari per stalking, manomette il braccialetto elettronico: arrestato 54enne

Priverno - Il provvedimento perché, il 16 giugno, il 54enne ha manomesso il dispositivo di controllo elettronico

Morte Satnam Singh, Celentano: “Lotta contro la piaga del caporalato”

"L’episodio avvenuto nella nostra città costituisce una violazione dei diritti umani fondamentali, della dignità umana"

Braccio staccato da un macchinario, è morto al San Camillo Satnam Singh

Per il 31enne non c'è stato nulla da fare. L'uomo è morto all'ospedale San Camillo dove era stato elitrasportato
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -