Papilloma virus, un uomo su tre è infetto da almeno un tipo di Hpv: lo studio

La presenza del virus è risultata più elevata nei giovani uomini fra i 25 e i 29 anni, ma già fra i 15 e i 19 è alta

Quanti sono i maschi portatori di infezione da papilloma virus (Hpv)? Le stime sono complesse, soprattutto per un’infezione sessualmente trasmessa, prevalentemente asintomatica e ampiamente diffusa come quella da Hpv. Sulla popolazione femminile disponiamo di maggiori evidenze, ma ora un dato globale sugli uomini arriva da un’indagine internazionale pubblicata su The Lancet Global Healthun terzo dei maschi è infettato da almeno un tipo di Hpv, un quinto da almeno un tipo di Hpv ad alto rischio. – Così la Fondazione Umberto Veronesi.

Lo studio

Gli autori dell’indagine hanno raccolto i dati di 65 studi, per un totale di quasi 45.000 uomini coinvolti, nel periodo 1995-2022. Globalmente, la prevalenza dell’Hpv fra i maschi è risultata essere del 31 per cento, del 21 per cento se si considerano solo i tipi di Hpv ad alto rischio. La presenza del virus è risultata più elevata nei giovani uomini fra i 25 e i 29 anni, ma già fra i 15 e i 19 è alta (28 per cento dei ragazzi, 20 per cento con un Hpv ad alto rischio) e per molte popolazioni resta elevata nel tempo. – Fonte Fondazione Umberto Veronesi.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Giornale digitale fondato nel 2022 con l'intento di offrire al territorio "Una voce oltre la notizia". Nasce dall'esigenza di un gruppo di giornalisti ed esperti di comunicazione di creare un canale di informazione attendibile, laico e indipendente che dia voce ai cittadini, alle imprese, ai lavoratori, agli studenti!

CORRELATI
ALTRI ARTICOLI

San Camillo, inaugurato il nuovo reparto di degenza a gestione infermieristica

Rocca: "Un passo importante per decongestionare i pronto soccorso". Il direttore Mostarda: "Un percorso virtuoso di assistenza e degenza"

“Cerco un uovo amico”, la Polizia di Stato sostiene la ricerca contro il neuroblastoma

Il neuroblastoma è la prima causa di morte per malattia durante il periodo prescolare. Il sostegno alla ricerca sui tumori solidi pediatrici

Epilessia, quando può essere il primo sintomo di un tumore cerebrale? Cosa sappiamo

Quando l'epilessia è il primo sintomo di un tumore cerebrale: nel 3,6 per cento dei casi convive con il cancro

Sanità, Rocca: “Gemelli e Sant’Andrea tra le prime 250 strutture al mondo fanno grande il Lazio”

"É un riconoscimento importante che si deve al lavoro e al sacrificio di professionisti", il commento del presidente

FOCUS – Inquinamento killer, così altera la pressione arteriosa dei pendolari: lo studio

Nel traffico l'inquinamento provoca un aumento della pressione, anche in chi viaggia nei mezzi chiusi. Filtri adeguati fanno la differenza

“Solo un uovo sodo nel piatto”. Così una mamma racconta l’anoressia nervosa della figlia adolescente

La storia è comune a quella di tante famiglie alle prese con i disturbi del comportamento alimentare: come cogliere i segnali d'allarme?
- Pubblicità -

Condividi sui social

- Pubblicità -

Più letti

- Pubblicità -
- Pubblicità -